Giornata annuale Come Noi 1 ottobre 2022

Quest’anno alla nostra tradizionale Giornata di riflessione e confronto, abbiamo avuto il piacere di ospitare la dott.ssa Ilaria Carpen che lavora per l’Onu da oltre 20anni. Ci ha raccontato molto sinteticamente ed in modo vivace la sua esperienza, ha sempre vissuto e lavorato sul campo in paesi in conflitto, dalla Liberia all’Afganisthan, dal Balocistan al Congo, dal Somaliland e nuovamente al Congo dell’est.

Ilaria si racconta e la sua storia é animata dall’empatia con le popolazioni da sostenere e cui dare la possibilità e gli strumenti per ri-tessere quella rete sociale ed economica che la guerra spazza via. Ci ha detto che si parte sempre con una certa dose di incoscienza ma pian piano si entra nell’ingranaggio e si conquistano ruoli e competenze preziose. Non ha edulcorato nulla di questa vita tanto diversa dalla nostre, solitamente più stanziali e meno rischiose. La passione e la competenza acquisite nel tempo traspaiono nelle sue parole insieme alla consapevolezza di correre dei pericoli, sempre presente la volontà di cambiare delle situazioni complesse, creando nuove opportunità per i giovani, per le donne … a volte funziona, e anche bene, a volte purtroppo no.

Gli interventi sulle emergenze umanitarie sono sempre tempestivi ed efficaci, più difficili sono quelli volti modificare atteggiamenti politici e superare la grande corruzione di molti paesi dalle storie travagliate.

L’ONU è un organismo enorme e molto burocratizzato, sovente ci si scontra con impostazioni non del tutto condivise, ma la vita sul campo e l’incontro con tante persone animate dalla voglia di emergere e migliorare il proprio stato sembrano essere per lei il carburante che la rende capace di continuare a condurre questa vita scomoda, coraggiosa e un po’ vagabonda, con il sorriso e la fermezza di chi si impegna con tenacia a cambiare le cose!.

Per noi è stato davvero un regalo averla potuta incontrare.