Centro Exodus e scuola professionale di Nyagatare

La scuola professionale, ristrutturata da Come Noi ospita da sempre corsi per parrucchieri, di cucito, saldatura, muratura,elettricità oltre a corsi di alfabetizzazione e cultura generale.
Abbiamo iniziato nel 2009 a sostenere il progetto per la rieducazione, la reintegrazione famigliare e sociale, la scolarizzazione e la disintossicazione di ragazzi e ragazze di strada.
L’edificio principale, costruito con il finanziamento dell’associazione Exodus di Milano ed arredato da Come Noi, ospita 45 ragazzi e ragazze senza famiglia.
Oggi  la scuola professionale sta diventando sempre più rilevante a livello nazionale. L’uso di droghe, la piccola delinquenza, la prostituzione giovanile ed il  fenomeno delle ragazze madri rischiano di compromettere le giovani generazioni, al punto che le istituzioni pubbliche  affidano al Centro, per il recupero, giovani prostitute e ragazzi che stanno per terminare una pena detentiva. Occuparsi  delle ragazze è un’innovazione, perché la società ha una cultura per lo più maschilista, soprattutto nelle campagne. 

Oltre il 50% dei ragazzi che terminano i corsi della scuola professionale trovano lavoro: di questi il 70% in modo stabile. 

Un risultato molto confortante per Come Noi che finanzia il pagamento degli stipendi di insegnanti ed educatori.
Un contributo essenziale. Oggi gli iscritti ai corsi triennali sono 97: non più del 40% degli allievi è in grado di pagare. Alcuni corsi annuali sono frequentati da 70 ragazzi e ragazze di strada che non hanno scolarità o che hanno frequentato solo in parte le scuole primarie e non pagano alcuna retta.

Nel 2016 Exodus è stato riconosciuto dallo Stato “Centro di eccellenza di interesse nazionale”: i corsi professionali danno diritto ad un diploma riconosciuto e il Centro è diventato sede di esami per i giovani di tutti i Centri esistenti nella regione nord-est del Rwanda.

Grazie a questo riconoscimento, il Centro riceverà dallo Stato nuovi computer, verranno installati WIFI e telecamere in modo che si possano seguire le lezioni e relazionarsi con il centro da ogni luogo del Rwanda.
Verranno costruite tre nuove aule dagli allievi del corso di muratura sotto la guida dei loro insegnanti.

Ai corsi già attivi di parrucchiere, taglio e cucito, maglieria, elettricisti, costruzioni, falegnameria, panificazione, saldatura e cultura generale, si aggiungono: cucina, informatica, musica e chitarra e lingua Inglese.
Per conoscere gli altri nostri progetti attivi in Rwanda cliccate qui