Costruzione di un liceo ad Afagnan Gbleta

Dopo la rapida realizzazione e messa in funzione di due pozzi ad Afagnan Gbleta e Sandale Kope da parte dei  membri di APMED, l’organizzazione togolese che abbiamo deciso di finanziare, ci è stato proposto un progetto di dimensioni e costi molto diversi.

Le realizzazione di  una scuola superiore per 150 studenti nella regione di Afagnan Gbleta.

Circa 300 studenti, maschi e femmine, frequentavano una scuola secondaria, una stamberga priva, tra l’altro, di servizi igienici, dove si potrebbero al massimo conservare attrezzi agricoli.
Ha senso avere questo tipo di scuola in Togo, perché è un’ottima strada per creare una cultura di buon livello che permetta di trovare un lavoro anche intellettuale e non solo manuale per i giovani, ma soprattutto di evitare che emigrino all’estero per ottenere una buona posizione o per sfuggire alla miseria.
Le scuole statali sono a pagamento e quindi  quella esistente era l’unica soluzione per la povera gente.
Ma  le condizioni ambientali erano invivibili, e così è nata l’idea di fare una vera e propria scuola in grado di ospitare solo metà degli alunni, ma potrà essere raddoppiata in futuro se il progetto avrà successo.
Dopo varie discussioni e miglioramenti del progetto iniziale, siamo giunti alla conclusione di finanziarlo, a condizione che, come prima attività venisse costruito  il blocco sanitario situato vicino al vecchio edificio in modo da dare da subito sollievo a ragazzi e ragazze, compresi quelli che non si sarebbero trasferiti nelle nuove aule. Questa prima parte del progetto è stata  completata nella primavera del 2019.
I lavori della scuola sono poi proseguiti con lo scavo per le fondazioni e con la realizzazione dei muri perimetrali e, complici condizioni meteorologiche favorevoli, si è rispettato in modo rigoroso il cronoprogramma che prevedeva che il liceo fosse disponibile per studenti ed insegnanti nella primavera del 2020.  Il liceo è stato infatti inaugurato ad aprile 2020.
Ovviamente non è mancato qualche intoppo: il principale è stato il raddoppio del costo del legname necessario per la costruzione, a causa di alcune variazioni legislative da parte del governo locale, mirate a frenare il disboscamento e a ridurre il consumo di legno per le costruzioni per cui il legname è stato importato dal Ghana con dazi e costi di trasporto elevati.
Tutto ciò ha determinato  uno sforamento del budget di circa 4.000 €, che ha portato il costo totale del progetto a circa 40.000 € .
La scuola è stata intitolata a Luisella Fornero, la nostra grande benefattrice che da lassù sarà felice di sapere che la sua donazione sarà servita, insieme  al contributo che tutti voi, a offrire un futuro più luminoso per molti giovani togolesi.