Gjinar 1993-1998

Gli interventi effettuati riguardano in prevalenza la formazione agricola. Sono state distribuite sementi a circa 140 famiglie, tra le più povere della zona, e con l’aiuto di Mark Mufali, agronomo albanese, effettuati degli incontri per insegnare  i principi delle piccole colture agrarie. E’ stato finanziato il progetto di vaccinazione di oltre 23000 capi di bestiame, proposto ed attuato da un veterinario locale, il dott. Mark Dedja. Il sostegno alle famiglie di agricoltori ed al veterinario è proseguito fino al 1998, quando i rapporti si sono interrotti a causa delle difficoltà della situazione politica. Come Noi ha inoltre contribuito e collaborato …

Continue Reading

Minas Gerais Santa Cruz Maristela Teofilo Otoni 2008-2013

Nel Minas Gerais tra il 2008 e il 2013 sono stati attivati in prevalenza progetti agricoli o di formazione al lavoro integrati da interventi edilizi per migliorare la qualità della vita della popolazione locale. Santa Cruz 2008   Comunità dei Quilombos INTERVENTI: Costruzione e acquisto di macchinari di una fabbrica di yogurt e prodotti affini per il sostegno della piccola comunità di discendenti degli antichi schiavi di colore. Investimento totale 25.000 € Referente: Cooperativa ACONEQUISTAC Maristela 2010 – 2013  Cooperativa ARAM INTERVENTI: Realizzazione di una tenda de farinha per la macinazione della manioca. Investimento totale 12.000 € Teofilo Otoni 2008 Associazione …

Continue Reading

MINAS GERAIS – Cachoeira de Pajeu 1992-2001

Le principali iniziative avviate a Cachoeira de Pajeu riguardano progetti di formazione lavoro, formazione scolastica e progetti agricoli. Nel periodo che va dal 1992 al 2001 abbiamo investito complessivamente 90.000 €. A Cachoeira de Pajeu, un piccolo centro di circa 3000 abitanti viene attivato un centro diurno per ragazzi, il Centro Educacional de Trabalho (CET), costituto da un edificio di 70 mq, con aule, servizi, cucina, ed un orto di 530 mq. Il centro fornisce doposcuola, istruzione al lavoro ed un pasto integrativo (anche con i prodotti dell’orto) a circa 30 ragazzi, suddivisi in due turni, seguiti da 4 operatori. …

Continue Reading

Minas Gerais Ouro Verde 1988 -1992

Ad Ouro Verde siamo ancora impegnati con un importante progetto di sviluppo agricolo cofinanziato dall’Unione Europea. L’obiettivo era dare sostegno a famiglie di contadini senza terra per consentire loro di rimanere in loco.  Come Noi si appoggia ad una cooperativa agricola già esistente, la “Tenda da Farinha”, poi rinominata ACOP, dotata di un piccolo mulino e di due forni per la lavorazione della manioca, ad uso dei soci e dei contadini della zona. Il progetto ha previsto, in fasi successive: l’acquisto di un terreno di oltre 100 ettari, per la coltivazione di ortaggi, riso, mais, caffè, banane, manioca l’acquisto di …

Continue Reading

Mali 2008-2012

In Mali tra il 2008 e il 2012 abbiamo sostenuto il progetto “In cammino con le donne di Koula e Maguepan” per l’attivazione di due orti comunitari e la realizzazione di tre pozzi e un mulino. Abbiamo inoltre finanziato il progetto “Gocce di speranza per Koula e Doumba”che prevedeva lo scavo e  la messa in funzione di pozzi nell’ambito di un progetto molto vasto per lo sviluppo agricolo del paese. Entrambi i progetti sono stati gestiti in collaborazione con il CCM e con la ONG locale “Eau et Vie”. Investimento totale: 18.000 €

Continue Reading

Diocesi di Lira 2007-2013

Il progetto è nato per riportare all’autosufficienza economica  i profughi dei centri “Internally Displaced People” (IDP) rientrati nei loro villaggi di origine dopo 20 anni di inattività nei campi di raccolta e completamente privi di mezzi economici. L’obiettivo era di aiutarli a ricominciare a coltivare la terra, con finanziamenti mirati a gruppi organizzati. I beneficiari del progetto soffrivano di una forte mancanza di sicurezza (tregue fallite e guerriglieri ancora attivi ai confini con il Congo), il loro tessuto sociale era distrutto, non erano più capaci a lavorare la terra. Abbiamo proposto loro di essere parte di un gruppo (sicurezza) e …

Continue Reading

Boane Villaggio di Kankhomba 2000-2012

Il progetto  è iniziato nel 2000 con la realizzazione del Centro de Saude nel villaggio di Kankhomba, a 7 km. da Boane. Successivamente è stato presentato all’Unione Europea un progetto agricolo che prevedeva il coinvolgimento di 25 cooperative agricole e un costo stimato di oltre Euro 300.000,00. Ma l’UE  alla fine del 2002 non ha concesso il finanziamento. Il progetto è stato ridimensionato e le attività concentrate nel villaggio di Kankhomba. Come Noi ha continuato a finanziare e seguire gli interventi, coordinati in loco da Lino Pita Nassone. Per le 400 famiglie del villaggio sono stati effettuati i seguenti interventi: …

Continue Reading

Maputo 1998-2007

Le suore Salesiane, Suor Naira Sassi delle Missionarie della Consolata e Padre Prosperino sono stati un supporto essenziale per dare aiuto ai bambini di strada di Maputo. Tra il 1998 e il 2007 moltissimi gli interventi effettuati per il Centro De Acolhimento Don Bosco: – acquisto di 2,5 ettari di terreno per un orto comunitario, il ripristino di due pozzi per l’irrigazione, l’allacciamento elettrico, la ricostruzione della recinzione e di un magazzino e la costruzione di un pollaio con incubatrici – contributo per la costruzione di una scuola e di un asilo e la fornitura dei banchi e dei lettini …

Continue Reading

Komto 1985-1992

Con suor Luz Helena e suor Virginia Bandiera abbiamo avviato il Progetto Donna, che comprendeva un corso di formazione per animatrici di villaggio per 30 donne, la coltivazione comunitaria di un orto e stages nei villaggi della zona con il coinvolgimento di 450 donne. Parallelamente sono state avviate opere di canalizzazione dell’acqua. Investimento totale: 14.000 €

Continue Reading

Bimbilnà 1993 – 2012

Con l’aiuto del nostro amico e referente locale Padre Enrico, abbiamo avviato lungo il fiume Gash, nel bassopiano a sud-ovest,  un progetto agricolo in una zona  per centinaia di famiglie di etnia Kunama rientrate nel proprio territorio dopo la fine della prima guerra d’indipendenza del paese. Padre Enrico è un cappuccino eritreo che per molti anni si è dedicato a questa etnia minoritaria vivendo tra le popolazioni più povere del paese. Il progetto si è sviluppato in diverse attività: – costituzione di una cooperativa delle famiglie contadine, l’ASDADINA – dissodamento del terreno e la recinzione di protezione dagli animali – fornitura …

Continue Reading